Skip to main content

Per noi Inside your studio (QUI ti raccontiamo cos’è) è sinonimo di condivisione, è come chiacchiere direttamente con ognuno di voi in merito alle novità del mondo della fotografia e del mercato, pensando insieme a questo complicato quotidiano che ogni imprenditore e fotografo vive al giorno d’oggi per cercare, sempre insieme, una soluzione.

Se volete essere i prossimi non vi resta che scriverci tramite Messanger direttamente dalla nostra pagina Facebook, tramite Direct-Message alla nostra pagina Instagram o tramite i nostri contatti, direttamente dal nostro sito internet www.celebra.it.

Eccoci ad un nuovo appuntamento con Inside Your Studio: ringraziamo Claudio Tadiotto che ci ha permesso di curiosare nel suo mondo.

Ecco cosa ci han raccontato Claudio!

Quando avete iniziato a scattare? Come è nata la vostra passione?

Sono una vocazione adulta, nel senso che come professionista lo faccio da 26 anni. Ho iniziato da appassionato di montagna. Prima di tutto ero insegnante in un istituto di disabili adulti e scattavo dei ritratti per loro in bianco e nero, poi ho anche collaborato con un fotografo.

Nel ‘94 ho vinto un concorso di un’associazione di Marco Zancanella e il titolo era “Integrazione e socializzazione verso una nuova cultura della solidarietà – l’uomo e i suoi problemi sociali” e quello è stato il primo segno che questa era la strada giusta.

Come dicevo prima collaboravo anche come fotografo e per un anno un weekend al mese ho studiato sviluppo e stampa in bianco e nero e li ho imparato davvero cosa è la luce e come andava ad incidere nelle foto.

A New York, ho imparato il ritratto.

Nel ‘96 ho aperto il primo studio a Conegliano, ho tenuto a riportare il ritratto in bianco/nero; per i matrimoni ho sempre amato i ritratti, la trovo un tipo di fotografia che ti permette di entrare in rapporto con le persone, mostrandomi per quel che sono: questa è la sfida costante in cui credo. 

Poi ho vinto altre certificazioni e concorsi e nel 2019 ho partecipato alla World Photographic Cup per l’Italia e sono stato inserito tra le prime 10 immagini di food.

A me piace il bello! Alla fine dei nostri album scrivo sempre la frase “La bellezza salverà il mondo”, che per me si tratta di quella interiore ancor più di quella esteriore.

Ogni giorno per me la fotografia è una sfida quotidiana, una ricerca per entrare in rapporto con sé per approcciarsi agli altri.

Qual è il genere fotografico che preferite?

Sicuramente il racconto della persona che si identifica nel matrimonio, nel ritratto in studio, ma anche nella fotografia di food ed eventi.

La food photography la lego al rapporto con la persona perchè il cibo preparato bene rappresenta la persona, così ne capisco la bellezza e comprendo la passione che ha per quello che fa e crea.

Ci raccontate del vostro studio fotografico?

Devo dire che lo studio dove sono ora è il terzo della mia carriera, perché ho fatto tre traslochi.
Anche qui ho voluto dare un’impronta di pulizia , essenzialità ed eleganza. Ho uno studio anomalo: una vetrina e foto grandi. 

A destra la scrivania e a sinistra l’esposizione degli album. 
Sempre nella parete di destra ci sono foto di matrimonio ed un attestato, mentre a sinistra foto di food ed eventi, il tutto racchiuso in pareti fatte a mano in pallet; un divanetto e ovviamente gli immancabili cioccolatini per accogliere i clienti.

Infine la parte dove scatto in cui ci sono i fondali, le attrezzature varie ecc.: lo studio quindi si sviluppa in verticale.

Di quale formato di album avete più richiesta da parte dei vostri clienti?

Il formato che attualmente viene richiesto di più è il 24×36 orizzontale.

Proponi tutte le linee degli album di Celebra o fai una selezione specifica di alcuni prodotti da suggerire ai tuoi clienti?

Propongo solo Karà e Iro perché sono album davvero particolari e di design e si differenziano dai classici album.


Grazie Claudio, grazie per averci permesso di entrare nel tuo studio e grazie per averci raccontato del tuo lavoro.

Non dimenticate di seguirci sui nostri canali INSTAGRAM e FACEBOOK e non scordarti di iscriverti alla nostra newsletter QUI per non perdere le ultime novità e le promozioni che vi abbiamo riservato e ricordati di scriverci se vuoi, anche tu, aprirci le porte del vostro studio fotografico e condividere con noi la vostra visione della fotografia.

Ricordatevi #sognacreastampa, scegliete di far parte del mondo Celebra, scegliete #iosonocelebra!

A presto,
Team Celebra Album 

Leave a Reply