E’ capitato anche a voi che qualche cliente vi chiedesse ‘Quante foto scatti durante l’intera giornata?’ oppure ‘Quante foto si possono inserire all’interno dell’album?’ e, ovviamente, la risposta ad entrambe le domande è stata “Infinite”?

Vogliamo darvi qualche piccolo consiglio o spunto da sfruttare al meglio durante il workflow del vostro lavoro; ma partiamo dall’inizio, quante foto si scattano durante un servizio fotografico? Ovvio, è impossibile rispondere; mentre si scatta è giusto fare tante foto, ma fatelo con un criterio e senza esagerare. Vi chiederete il perchè? Eccovi accontentati!
1. La macchina fotografica arriverà ad un punto che non vi permetterà più di scattare con questa frequenza;
2. i file originali occupano spazio;
3. (ma non per ultimo) durante la selezione dovrete rivedere tutte le fotografie, che siano 100 o 10000.
Ovvio, fotografa tutto ciò che vedi e che ti colpisce, prova diverse inquadrature e composizioni della stessa scena, gioca con le luci e cambiane la direzione: sapevi che per una stessa azione si dice ci possano essere più di 100 inquadrature? Ecco, prima di scattare a raffica, però, osserva, studia la scena e, quando lo ritieni necessario, scatta!
Ci teniamo anche a specificare che cosa molto importante è non fare la selezione direttamente dalla fotocamera: lo schermo della macchina fotografica è molto piccolo e non riproduce la foto come è davvero. Altra cosa molto importante che ci teniamo a specificare è che non si cancellano le foto direttamente dalla macchina fotografica, mai, per nessun motivo, nemmeno quando fate una foto ad un marciapiede per sbaglio per intenderci!

Una volta terminato il servizio fotografico possiamo passare alla selezione.. anzi no, una volta terminato il servizio passiamo al back-up delle foto scattate durante il servizio: non potete permettervi di sbagliare o che vi ritroviate a dover chiamare i vostri clienti perchè avete perso/vi hanno rubato le vostre sd dalla macchina fotografica; al giorno d’oggi esistono diversi sistemi di archiviazione, anche cloud, gestiti da terze parti, che vi consentono di salvare i dati in modo sicuro e privato in un database remoto senza occupare la memoria interna del vostro computer o altri sistemi di archiviazione (noi ci teniamo a consigliarvi comunque di avere, oltre ad un cloud, anche un sistema di archiviazione fisico, come un nas o un hard disk esterno).

​La selezione delle foto è una fase cruciale per ottenere risultati di qualità. L’editing e la selezione richiedono sensibilità, competenza, esperienza ma anche metodo.

Ripetiamo insieme, ‘la fretta è, sempre, cattiva consigliera; la fretta è, sempre, cattiva consigliera!’ e sì, per fare la selezione dovete prendervi del tempo, dovete concentrarvi e dedicare del tempo solo a quello, senza sentir squillare il telefono 5 volte o dover interrompere il lavoro per accogliere clienti nel vostro studio fotografico: prendetevi il tempo necessario.

Qui facciamo fatica a rispondervi oggettivamente; certo, scartate tutte le foto oggettivamente sbagliate, fuori fuoco, particolarmente mosse, esageratamente sovra/sottoesposte, scartate i doppioni (ci spieghiamo meglio, di una sequenza a raffica in cui oggettivamente ci sono 5 foto identiche, sceglietene un 2/3 in modo da dare più possibilità di scelta al vostro cliente, ormai le avete fatte, mostrategliele!) e poi.. e poi per rispondervi prendiamo in prestito le preziose parole di Letizia Battaglia, fotografa siciliana nota per i suoi scatti alle vittime di mafia, che dice “Non so dirti quando una foto è bella o no, ma la so riconoscere. È come quando ti innamori di qualcuno, tu non conosci niente di quella persona, ma senti che c’è qualcosa che fa per te”.

E voi? Come spieghereste come riconoscete quando una foto è bella?
Aspettiamo le vostre risposte, parlateci devo vostro lavoro, fateci sapere cosa vorreste migliorare del vostro workflow..

Vogliamo lasciarvi con questo spunto, vogliamo avervi mosso qualche piccolissima curiosità, vogliamo stare al vostro fianco, vogliamo stare al fianco di professionisti che credono in ciò che fanno!
Celebra significa anche questo: darvi piccoli spunti per migliorare la propria attività e non farsi trovare impreparati!

Non dimenticarti di seguirci sui nostri canali INSTAGRAM e FACEBOOK: e ricorda #sognacreastampa, scegli di far parte del mondo Celebra, scegli #iosonocelebra!

A presto,

Team Celebra Album 

Leave a Reply