BlogRubric

Inside your Studio: Stefano Coppari

By 15 Luglio 2015 No Comments

Conoscerete già la nostra rubrica #insideyourstudio. Lo scorso anno abbiamo girovagato tra gli studi più interessati in Italia e all’Estero per fare due chiacchiere con voi fotografi.

Condividere un punto di vista, dialogare in merito alle novità del mondo della fotografia e del mercato, pensare e ripensare insieme questo complicato e stimolante quotidiano che ogni imprenditore e fotografo vive al giorno d’oggi.

Confrontarci con voi è fondamentale. A qualche dalla apertura della nuova Academy Celebra, nata proprio con questo obiettivo, riniziamo a bussare alle porte degli studi più interessanti. Se volete essere i prossimi non vi resta che scriverci  alla nostra pagina Facebook.

Oggi con noi, Stefano Coppari.

Buona lettura!

 

SCP_0269

 

In che tipo di spazio si trova il tuo studio e cosa lo rende speciale?

Il mio studio nasce ad Urbisaglia, un piccolissimo comune in provincia di Macerata con una grande storia.

Dalla vetrina vedo le colline marchigiane e dietro di me c’è un antica Rocca medioevale. Lo studio è sviluppato in un’unica stanza di 50mq dove si svolge tutto il mio lavoro: c’è un set fotografico, tutta la mia strumentazione ed uno spazio per parlare con gli sposi.

L’arredamento l’ho curato io personalmente, partendo dal restauro di alcuni mobili. Il legno è un materiale vivo ed accogliente e quindi ho cercato di creare un ambiente che rispecchi la mia personalità utilizzando in particolare questo materiale.
Da quanto tempo lavori in questo spazio?
Mi occupo di fotografia da diversi anni, ma il mio studio è nato il 15 aprile 2013 e da allora sono in questo spazio, che ho rivoluzionato già molte volte.

 

IMG_4007

 

Inside your Studio: Stefano Coppari
Cosa ti distingue dalla concorrenza nell’ambito della fotografia di matrimonio?
Attraverso le mie esperienze passate, mi sono reso conto che i servizi fotografici che facevo ai miei amici avevano sempre qualcosa in più degli altri, non è mai stata una questione di impegno, piuttosto accadeva una sorta di magia che tuttora non so spiegare a parole.

Da allora il mio impegno è sempre quello di conoscere bene la coppia che andrò a ritrarre ed allacciare una rapporto umano di sintonia. Anche con personalità molto diverse dalla mia, riesco a scoprire ciò che ci unisce e quindi a percepire meglio i loro sentimenti. Mi capita molto spesso di emozionarmi durante un matrimonio, pur partecipando a molte cerimonie e spesso di persone che conosco da poco tempo: questa penso sia la mia “chiave”.
Qual è il valore percepito più importante con cui coinvolgere gli sposi?

Il mio obiettivo è quello di far capire agli sposi che quello è il loro giorno, avranno mille cose da fare e si dovranno divertire. Non è mia intenzione rovinarglielo facendoli mettere in posa per ore: io voglio di ritrarli senza interferire nella loro giornata speciale, voglio fotografare quello che spontaneamente accade.

0186_IMG_0511

 

IMG_0424
In questo momento di crisi come hai aiutato la tua azienda?

La mia attività è nata durante il periodo di maggior crisi, quindi per quanto mi riguarda la crisi è come se non esistesse. Esistono solo idee che mi proiettano, attraverso il mio lavoro, nel futuro. La bellezza non sente crisi.

 

IMG_7116b

 

IMG_2680
Cosa ne pensi dell’utilizzo dei social network nell’ambito della fotografia di matrimonio?
Abitando in un paesino sperduto di circa 2400 abitanti, dove in media ci sono 3 matrimoni l’anno, il web è diventato per me una vetrina fondamentale dove mostrare il mio modo di essere ed i miei lavori. Per mancanza di tempo, e forse anche mancanza si feeling verso lo strumento, utilizzo attivamente pochi social network, ma i risultati che ottengo in termini di visibilità sono molto buoni.

 

Quali sono i tuoi suggerimenti rivolti a chi oggi volesse aprire una studio di fotografia di matrimonio?

Ovviamente massima professionalità, formazione continua ed impegno massimo, ma nel lavoro come nella vita il consiglio principale che do è quello di essere se stessi in tutto e per tutto.


IMG_8422
pannello legno 70x70 IMG_1805

Leave a Reply