Category

Blog

BlogRubric

Inside your Studio: Giacomo Terracciano

Conoscerete già la nostra rubrica #insideyourstudio. Lo scorso anno abbiamo girovagato tra gli studi più interessati in Italia e all’Estero per fare due chiacchiere con voi fotografi.

Condividere un punto di vista, dialogare in merito alle novità del mondo della fotografia e del mercato, pensare e ripensare insieme questo complicato e stimolante quotidiano che ogni imprenditore e fotografo vive al giorno d’oggi.

Confrontarci con voi è fondamentale. A qualche dalla apertura della nuova Academy Celebra, nata proprio con questo obiettivo, riniziamo a bussare alle porte degli studi più interessanti. Se volete essere i prossimi non vi resta che scriverci  alla nostra pagina Facebook.

Oggi con noi, Giacomo Terracciano.

Buona lettura!

 

Foto Profilo WEB

In che tipo di spazio si trova il tuo studio e cosa lo rende speciale? Da quanto tempo sei lì?

Sono un giovane fotografo di Pesaro, due anni fa ho deciso di dare forma ad uno studio vicino al centro storico della mia città. L’arredamento utilizzato rimanda all’idea di un’attività in continua evoluzione in quanto gli spazi espositivi sono prevalentemente strutture in ferro, proprio per ricreare l’immagine di un cantiere in movimento. Tutto ciò senza tralasciare la linearità e la funzionalità degli spazi fotografici.

All’ingresso si possono visionare alcuni prodotti matrimoniali e altri servizi per il pubblico, oltre ad una piccola sala posa. Al piano di sopra c’è un soppalco a vista, mia postazione di lavoro e di ricevimento delle coppie.

Studio-fotografico-fototerry-pesaro_12

 

Eleonora e Alessandro_1280

Cosa ti distingue dalla concorrenza?
L’italia è un paese estremamente ricco di talenti della fotografia matrimoniale, personalmente mi sento di avere ancora tanto da imparare, quello di cui sono certo è che ho una grandissima passione per questo lavoro, che spero di trasmettere attraverso i miei scatti.

Qual è il valore percepito più importante con cui coinvolgere gli sposi?
Sicuramente il fatto di avere un’idea di fotografia matrimoniale basata sulla spontaneità del reportage, che coinvolge non solo gli sposi ma soprattutto le persone che rendono speciale ed emozionante l’evento.

In questo momento di crisi come hai aiutato la tua azienda?
La mia attività è nata in pieno periodo di crisi, per questo fin da subito ho investito sulla qualità del servizio offerto, sia dal punto di vista fotografico che dei prodotti scelti.
Tutto questo senza tralasciare l’aspetto pubblicitario, che aiuta nella diffusione del brand.

Giacomo Terracciano per Inside Your Studio, Celebra

T+A569-Modifica

Utilizzi i social network? Cosa ne pensi?
Ad oggi è difficile anche solo pensare di sostenere un’attività come la nostra senza l’utilizzo costante dei social. Facebook in particolar modo aiuta a trovare nuovi clienti e a fidelizzare chi è già interessato ai servizi offerti dallo studio.

Hai suggerimenti per aprire uno studio?
Suggerirei di non puntare mai ad una clientela che si avvicini per il prezzo appetibile, quando l’originalità e la qualità sono le protagoniste della professione che si svolge, allora non esiste concorrenza da temere. Questi sono i valori in cui credo e sui quali è necessario, a parer mio, fondare il proprio essere professionista.

Giacomo-Terracciano

celebra
26 Ottobre 2015
BlogRubric

Inside your Studio: Adriatik Berdaku

Conoscerete già la nostra rubrica #insideyourstudio. Lo scorso anno abbiamo girovagato tra gli studi più interessati in Italia e all’Estero per fare due chiacchiere con voi fotografi.

Condividere un punto di vista, dialogare in merito alle novità del mondo della fotografia e del mercato, pensare e ripensare insieme questo complicato e stimolante quotidiano che ogni imprenditore e fotografo vive al giorno d’oggi.

Confrontarci con voi è fondamentale. A qualche dalla apertura della nuova Academy Celebra, nata proprio con questo obiettivo, riniziamo a bussare alle porte degli studi più interessanti. Se volete essere i prossimi non vi resta che scriverci  alla nostra pagina Facebook.

Oggi con noi, Adriatik Berdaku.

Buona lettura!

Adriatik_Celebra Album Libro

In che tipo di spazio si trova il tuo studio e cosa lo rende speciale?

Il mio studio si trova nella città di Ancona, capoluogo della provincia omonima e delle Marche. Ho adibito una sala grande presso la mia abitazione dove svolgo tutto all’interno, dalle prime idee di sviluppo alla realizzazione del prodotto finale, ovviamente ricevo anche i clienti. Così possono visionare e toccare con mano i prodotti.

Da quanto tempo sei lì?

Il mio percorso come fotografo & videomaker inizia nel lontano 1995 in Albania, mio padre ( Ibrahim Berdaku, ndr) è un famoso regista albanese autore di servizi televisivi, questo mi ha permesso di crescere con un occhio orientato all’immagine.

Ho studiato a Tirana e sono arrivato in Italia nel 2000, ho iniziato a collaborare con varie televisioni nazionali ed internazionali, prima di passare a dedicarmi alla fotografia inaugurando la mia attività nello studio in cui sono ora.

Ho sempre continuato a studiare anche in Italia, credo che lo studio sia alla base di una buona professionalità, soprattutto nel mondo della fotografia. Collaborare con la Tv (RAI, MEDIASET, SKY, LA7 e l’evento mondiale di alta moda NEW YORK FASHION WEEK) in questo senso mi ha dato la possibilità di conoscere tante sfaccettature internazionali del mio lavoro.

Cosa ti distingue dalla concorrenza?

Il vero sogno del fotografo è raccontare tutto attraverso le immagini, il desiderio dei clienti è di vedere nelle foto tutto ciò che loro non vedono…
Il nostro studio, oltre all’innovazione in continuo rivoluzione, si avvale di elevate risorse tecnico-strumentali , professionisti nel campo di fotografia e riprese video, altamente specializzate ed opera su tutto il territorio nazionale ed internazionale.

ajvideo-reportage-2

ajvideo-reportage-3

 Qual è il valore percepito più importante con cui coinvolgere gli sposi?

Mi viene in mente una frase che ho scritto poco tempo fa:

“Eppure non so perchè ho il desiderio di scattare una foto, forse per ricordare momenti irripetibili o forse per lasciare un’impronta nella vita!”

Ho sempre voluto raccontare delle storie attraverso le mie immagini fotografiche e altrettanto nelle produzioni video, dando un tocco di creatività artistica dal mio punto di vista come un ospite invitato al matrimonio. Quel tocco magico dove in cui tutti sono importanti e fermare il tempo per ricordarlo per sempre.

In questo momento di crisi come hai aiutato la tua azienda?

Sinceramente parlando, mi sento molto fortunato. Sono anche un videomaker e collaboratore di importanti emittenti televisive e di studi di produzione video, quindi in questi anni ho sempre dato del mio meglio per migliorare ed essere innovativo. Ho aiutato la mia azienda con la mia flessibilità da vero professionista cercando di essere sempre presente in ogni momento di necessità. Non mi sento bravo in quello che faccio…ma provo sempre a fare bei lavori in cui emerge la mia sensibilità creativa.

Voglio aggiungere che grazie al vostro laboratorio fotografico Celebra, riesco ad offrire prodotti speciali di altissimo livello ai clienti, questo e un punto fondamentale, bisogna sempre investire e dare il meglio, tutto questo con prodotti di qualità. Il mio lavoro senza l’appoggio di un grande laboratorio fotografico, può essere meno produttivo e meno competitivo.

ajvideo-reportage-new york 3

ajvideo-reportage-new york 2

ajvideo-new-york-1

ajvideo reportage chicago 1

Utilizzi i social network? Cosa ne pensi?

Come tutti oramai anch’io da diversi anni (circa dal 2002) uso i social network per promuovere il mio lavoro. E’ uno strumento molto importante al giorno d’oggi. Questo mi ha datto la possibilità di lavorare in tutto il mondo e portare la mia visione ovunque.. Credo che il tempo degli stand fieristici appartiene al passato, oggi la miglior vetrina è internet.

 Hai suggerimenti per aprire uno studio?

Io direi che per iniziare un percorso del genere c’è bisogno di forte passione e credere fino in fondo in tutto quello che fai, ma non bisogna mai escludere le critiche costruttive dei colleghi o dei clienti. In questa professione ti capita di conoscere e lavorare con tantissime persone e non sempre è come pensi, ma può essere sempre un inizio di un avventura meravigliosa.

In poche parole devi partire dall’idea di investire tempo, denaro e tanta pazienza.  Se si perde uno di questi componenti secondo me è meglio non iniziare nemmeno. Il nostro è un lavoro su cui bisogna investire sempre. Scusatemi per il fancesismo, ma il mondo della comunicazione è cosi, diretto.

celebra
8 Ottobre 2015
BlogRubric

Inside your Studio: Stefano Coppari

Conoscerete già la nostra rubrica #insideyourstudio. Lo scorso anno abbiamo girovagato tra gli studi più interessati in Italia e all’Estero per fare due chiacchiere con voi fotografi.

Condividere un punto di vista, dialogare in merito alle novità del mondo della fotografia e del mercato, pensare e ripensare insieme questo complicato e stimolante quotidiano che ogni imprenditore e fotografo vive al giorno d’oggi.

Confrontarci con voi è fondamentale. A qualche dalla apertura della nuova Academy Celebra, nata proprio con questo obiettivo, riniziamo a bussare alle porte degli studi più interessanti. Se volete essere i prossimi non vi resta che scriverci  alla nostra pagina Facebook.

Oggi con noi, Stefano Coppari.

Buona lettura!

 

SCP_0269

 

In che tipo di spazio si trova il tuo studio e cosa lo rende speciale?

Il mio studio nasce ad Urbisaglia, un piccolissimo comune in provincia di Macerata con una grande storia.

Dalla vetrina vedo le colline marchigiane e dietro di me c’è un antica Rocca medioevale. Lo studio è sviluppato in un’unica stanza di 50mq dove si svolge tutto il mio lavoro: c’è un set fotografico, tutta la mia strumentazione ed uno spazio per parlare con gli sposi.

L’arredamento l’ho curato io personalmente, partendo dal restauro di alcuni mobili. Il legno è un materiale vivo ed accogliente e quindi ho cercato di creare un ambiente che rispecchi la mia personalità utilizzando in particolare questo materiale.
Da quanto tempo lavori in questo spazio?
Mi occupo di fotografia da diversi anni, ma il mio studio è nato il 15 aprile 2013 e da allora sono in questo spazio, che ho rivoluzionato già molte volte.

 

IMG_4007

 

Inside your Studio: Stefano Coppari
Cosa ti distingue dalla concorrenza nell’ambito della fotografia di matrimonio?
Attraverso le mie esperienze passate, mi sono reso conto che i servizi fotografici che facevo ai miei amici avevano sempre qualcosa in più degli altri, non è mai stata una questione di impegno, piuttosto accadeva una sorta di magia che tuttora non so spiegare a parole.

Da allora il mio impegno è sempre quello di conoscere bene la coppia che andrò a ritrarre ed allacciare una rapporto umano di sintonia. Anche con personalità molto diverse dalla mia, riesco a scoprire ciò che ci unisce e quindi a percepire meglio i loro sentimenti. Mi capita molto spesso di emozionarmi durante un matrimonio, pur partecipando a molte cerimonie e spesso di persone che conosco da poco tempo: questa penso sia la mia “chiave”.
Qual è il valore percepito più importante con cui coinvolgere gli sposi?

Il mio obiettivo è quello di far capire agli sposi che quello è il loro giorno, avranno mille cose da fare e si dovranno divertire. Non è mia intenzione rovinarglielo facendoli mettere in posa per ore: io voglio di ritrarli senza interferire nella loro giornata speciale, voglio fotografare quello che spontaneamente accade.

0186_IMG_0511

 

IMG_0424
In questo momento di crisi come hai aiutato la tua azienda?

La mia attività è nata durante il periodo di maggior crisi, quindi per quanto mi riguarda la crisi è come se non esistesse. Esistono solo idee che mi proiettano, attraverso il mio lavoro, nel futuro. La bellezza non sente crisi.

 

IMG_7116b

 

IMG_2680
Cosa ne pensi dell’utilizzo dei social network nell’ambito della fotografia di matrimonio?
Abitando in un paesino sperduto di circa 2400 abitanti, dove in media ci sono 3 matrimoni l’anno, il web è diventato per me una vetrina fondamentale dove mostrare il mio modo di essere ed i miei lavori. Per mancanza di tempo, e forse anche mancanza si feeling verso lo strumento, utilizzo attivamente pochi social network, ma i risultati che ottengo in termini di visibilità sono molto buoni.

 

Quali sono i tuoi suggerimenti rivolti a chi oggi volesse aprire una studio di fotografia di matrimonio?

Ovviamente massima professionalità, formazione continua ed impegno massimo, ma nel lavoro come nella vita il consiglio principale che do è quello di essere se stessi in tutto e per tutto.


IMG_8422
pannello legno 70x70 IMG_1805

celebra
15 Luglio 2015
BlogProduct

Nuovo Tracking Online Celebra

grido_rabbia555-1

Consegnare con puntualità è importante, e qualora ci siano problemi è bene poter programmare, gestire e comunicare i tempi di esecuzione, grazie al tracking online, oggi, è semplice sapere a che punto è l’ordine.

Per questo una tra le novità 2014 di Celebra ed Extracolor è stata un ampliamento dell’area clienti al fine di rendere disponibili costantemente lo stato dei vostri ordini.

Ad oggi il tracking online è uno strumento integrato che si arricchisce di novità: è disponibile nell’area privata clienti il nuovo tracking online multilingua.

Il nuovo tracking online contiene più informazioni del precedente e le organizza in modo più razionale e di più semplice consultazione per il cliente. E’ stato aggiunto anche il dettaglio della spedizione dove verrà indicato il vettore usato, il numero di spedizione e la data stimata di consegna del materiale al cliente.

Come appare il tracking online versione 2.0?

Schermata 2015-06-15 alle 10.15.51

Schermata 2015-06-15 alle 10.17.48

(A) – Informazioni di dettaglio sull’ordine


Schermata 2015-06-15 alle 10.18.15

 In questo pannello vengono indicate tutte le informazioni principali di riassunto che servono quali il libro principale e il suo formato, il nome del progetto, la copertina scelta e il tipo di stampa. Eventuali lavorazioni accessorie e i libri secondari con relativi accessori. ( Per accessori vengono intese le lavorazioni aggiuntive quali “decorazioni”, “finiture” etc.)
L’ultima riga riporta lo stato attuale con la descrizione dello stato medesimo. Il tasto “approvato” indica che il progetto è stato approvato. Questo tasto sarà oggetto di una futura evoluzione, per ora non è attivo ma indica lo stato di approvazione del progetto.

(B) – Informazioni di dettaglio sullo stato della lavorazione

Schermata 2015-06-15 alle 10.28.49

(C) – Stato della spedizione

Cliccando sul pulsante i
 si accede al pannello che indica lo stato della spedizione, se è “non disponibile” significa che il progetto non è ancora pronto per la spedizione.

Gli stati possono essere 3:

  • Non disponibile: Non vi sono al momento informazioni sulla spedizione, il progetto è ancora in lavorazione o non approvato dal cliente
  • Staffetta: Indica che il matrimonio è stato spedito con la staffetta, non sono disponibili informazioni di tracking ma solo la data di spedizione. Il cliente sa quando la staffetta effettua il giro e può prevedere quindi la consegna
  • Corriere: Specifica il vettore con il quale il matrimonio è stato spedito, è indicata la data di partenza e la data presunta di arrivo (ricordo che la data è stimata e ha solo valore indicativo). Viene anche riportato il numero di tracking del corriere e il link dove poter tracciare il pacco.

Tasto “Cerca e Filtra”

In altro a destra è disponibile per il cliente il comando cerca e filtra che gli permetterà di cercare e ordinare i suoli lavori per diversi Tag quali: Tipo di progetto, Numero d’ordine, Nome Progetto, Formato, Stato, Stato Spedizione.

Schermata 2015-06-15 alle 10.37.08

Se non siete in possesso di nome utente e password, potete richiederle qui.

(altro…)

celebra
30 Giugno 2015
BlogRubric

Inside your Studio: Fotosintesi Studio Fotografico

Conoscerete già la nostra rubrica #insideyourstudio. Lo scorso anno abbiamo girovagato tra gli studi più interessati inItalia e all’Estero per fare due chiacchiere con voi fotografi.

Condividere un punto di vista, dialogare in merito alle novità del mondo della fotografia e del mercato, pensare e ripensare insieme questo complicato e stimolante quotidiano che ogni imprenditore e fotografo vive al giorno d’oggi.

Confrontarci con voi è fondamentale. A qualche mese dalla apertura della nuova Academy Celebra, nata proprio con questo obiettivo, riniziamo a bussare alle porte degli studi più interessanti. Se volete essere i prossimi non vi resta che scriverci  alla nostra pagina Facebook.

Oggi con noi, Fotosintesi Studio Fotografico.

Buona lettura!


11751307_10206622262778253_725204186_n

In che tipo di spazio si trova il vostro studio e cosa lo rende speciale?

Il nostro studio si trova nel cuore di un piccolissimo centro storico, uno spazio in cui coesistono la contemporaneità delle nostre fotografie e lavori e la storicità delle mura che ci ospitano.
Tutte le persone che entrano nel nostro spazio rimangono colpite dalla freschezza dell’ambiente, la luminosità e anche da un buon odore, i nostri ambienti sono sempre ben profumati, (è una nostra fissa!!!)

IMG_3710

IM1_1474

 

Da quanto tempo lavorate in questo spazio?

Da un anno e mezzo circa, precisamente dal 1° febbraio 2014, giorno in cui è iniziata la nostra avventura

Cosa vi distingue dalla concorrenza nell’ambito della fotografia di matrimonio?

La cura dei dettagli, la nostra professione ci appassiona e ci emoziona, ogni volta in maniera diversa, come diverse sono le coppie che abbiamo conosciuto. Il nostro metro di giudizio di un lavoro, prima di mostrarlo agli sposi, sono proprio le nostre reazioni, se ci commuoviamo vedendo un video o una foto, allora sappiamo di avere fatto centro. Poi siamo due donne, abbiamo la lacrima facile!!

Qual è il valore percepito più importante con cui coinvolgere gli sposi?

La passione, sembra la solita banalità, ma è proprio così. Ci troviamo davanti due persone che ci stanno affidando un compito importantissimo: raccontare al meglio ‘IL GIORNO’, quello che sarà tra i più importanti della loro vita, nessuno si fiderebbe di una persona poco appassionata al suo lavoro, noi in primis. Una tra le frasi più belle  che ci siamo sentite dire, per fortuna da molti, è “Siamo proprio contenti di avervi scelto” .

Nella maggior parte dei casi si creano dei rapporti di amicizia veri e propri. Per noi è un grande privilegio essere scelte tra i tantissimi bravi professionisti in circolazione.

IM1_9277-Modifica

c1

In questo momento di crisi come avete aiutato la vostra azienda?

Abbiamo iniziato proprio in un momento di crisi, mai sfiduciate da quello che ci circondava, sin dall’inizio i nostri mantra sono stati:

– qualità,

– NO alla gara dei prezzi,

– formazione costante

e

– lavoro, lavoro, lavoro.

11758829_10206622261538222_1024034444_n

Inside your Studio: Fotosintesi Studio Fotografico

Cosa ne pensi dell’utilizzo dei social network nell’ambito della fotografia di matrimonio?

Di usarli, assolutamente!! I social, se ben utilizzati, sono una grandissima risorsa, di questo siamo convintissime, la condivisione del proprio lavoro on-line riesce ad avere un riscontro molto ampio ed immediato. (qui trovate la loro pagina Facebook)

La condivisione da parte di altri dei nostri lavori, è il moderno ‘passaparola’, fondamentale per un lavoro come il nostro. Siamo sui più importanti social e su molti siti del settore, senza fermarci mai, i nostri profili sono sempre attivi!!

Quali sono i vostri suggerimenti rivolti a chi oggi volesse aprire una studio di fotografia di matrimonio?

Siamo veramente nuove dell’ambiente e apprezzeremmo, semmai, noi qualche consiglio!!! Comunque per la nostra breve esperienza possiamo dire che bisogna avere molta passione, COMPETENZA e lavorare duramente. Niente di trascendentale, le soddisfazioni ed i risultati non tarderanno ad arrivare!!

11736993_10206622265098311_1133299202_n

celebra
15 Giugno 2015
BlogProduct

La fotografia che dura 100 anni, Celebra presenta la carta fine art

Schermata 2015-05-28 alle 16.29.29

Celebra lancia il nuovo prodotto del 2015: la carta fine art.
Dopo una forte ricerca e un perfezionamento dei processi produttivi inserisce tra le carte disponibili una carta di gran pregio e qualità, una carta fine art realizzata in cotone 100%, stampata con stampanti fine art di ultima generazione che permettono grande dinamismo cromatico e profondità nei neri.
Ad oggi il core business dell’azienda è la stampa di album libro su carta fotografica, in varie carte differenti tra loro (metal, opaca, lucida, ypsilon).

I formati disponibili sono 24×36, 30×40, 30×45, 30×30, 35×35, 40×40, presenti in tutte le copertine presenti nel catalogo Celebra.
L’abbinamento tra stampa e carta FINE ART valorizza ancora di più i tuoi scatti, donando maggiore corrispondenza tra immagine fotografica e stampa finale. Il risultato? Le tue foto sembreranno ancora più vere.
Inoltre la carta fine art dona ai tuoi scatti una durata nel tempo maggiore, fino a 100 anni! Rendendo unico il tuo scatto.

Schermata 2015-05-28 alle 10.09.34
Da oggi il servizio di stampa FINE ART può essere richiesto sia per la stampa di ALBUM LIBRO sia per STAMPE SINGOLE.
Realizzare un album con carta fine art è semplice: tramite Area Clienti, in fase di caricamento di un progetto scegli la nuova carta fine art.
Inoltre, riservato ai clienti Celebra, una promozione attiva fino fine giugno!

celebra
28 Maggio 2015
BlogRubric

Inside your Studio: Mauronster

Conoscerete già la nostra rubrica #insideyourstudio. Lo scorso anno abbiamo girovagato tra gli studi più interessati inItalia e all’Estero per fare due chiacchiere con voi fotografi.

Condividere un punto di vista, dialogare in merito alle novità del mondo della fotografia e del mercato, pensare e ripensare insieme questo complicato e stimolante quotidiano che ogni imprenditore e fotografo vive al giorno d’oggi.

Confrontarci con voi è fondamentale. A qualche dalla apertura della nuova Academy Celebra, nata proprio con questo obiettivo, riniziamo a bussare alle porte degli studi più interessanti. Se volete essere i prossimi non vi resta che scriverci  alla nostra pagina Facebook.

Oggi con noi, Mauro Prevete.

Buona lettura!

 

mauronster

In che tipo di spazio si trova il tuo studio e cosa lo rende speciale?

STUDIO_MAURONSTER-1 (1)

Sino allo scorso anno avevo uno studio piccolo e umido nel centro storico della mia città, Oristano. Trovandomi spesso a viaggiare, la “vetrina” cittadina ho deciso di chiuderla per lasciare spazio al mio angolo domestico/virtuale che mi permette di avere maggiore elasticità nel mio lavoro!

MAURONSTER_WEP-03

MAURONSTER_WEP-01

Da quanto tempo sei lì?

Il mio sito web (www.mauronster.it) e il mio blog (blog.mauronster.it) sono attivi dal 2009 giorno e notte… 🙂 Questa è la mia splendida vetrina sul mio mondo!

Cosa ti distingue dalla concorrenza?

Sin dagli inizi della mia carriera ho cercato di “raccontare” il grande giorno delle mie coppie; mi immergo nelle loro emozioni e faccio il possibile per riportarle vive e forti dentro le mie immagini! Non mi limito a scattare una foto, cerco di rendere il più interessante e bello ciò vedo!

In questo momento di crisi come hai aiutato la tua azienda?

Crisi è una parola che non amo ma amo l’energia che scatena, che ci spinge a sollevare l’asticella e fare meglio, realizzare qualcosa che ti renda speciale e indispensabile. Ho chiesto a me stesso di essere importante nella vita delle mie coppie…e il modo migliore per esserlo è custodire le loro emozioni attraverso le mie foto! Tutti possiamo dare valore alle emozioni!

MAURONSTER_WEP-08

MAURONSTER_WEP-03-2

Utilizzi i social network? Cosa ne pensi?

La condivisione è importantissima, Facebook mi ha portato tanto lavoro grazie alla possibilità di far vedere le mie foto nella rete. La stessa cosa vale per twitter e google+ che mi permettono di raggiungere tantissime persone. chi non condivide ciò fa nella rete, chi non fa vedere la sua visione, credo metta a forte rischio la propria attività!!!

La paura che qualcuno possa rubarci qualcosa non deve esistere, accadrà…ma esistono dei modi per combatterli!!!!

E’ giusto tenere stretto il proprio lavoro e le proprie tecniche, ma se non si condivide, mostrandolo, come si può riuscire a farsi notare??? Come si può crescere??? Fate il possibile per avere il maggior numero di connessioni.

Hai suggerimenti per aprire uno studio?

Il consiglio migliore che posso donarvi è: se la fotografia è la cosa che amate, impegnatevi a farla vostra, fate in modo che lei diventi Voi e viceversa!

Siate disposti a sacrificare le vostre giornate e le ore di sonno.

Scegliete un bravo commercialista e affidatevi alle associazioni di categoria (TAU, ANFM), sono capaci di tenerci informati su tutta la burocrazia italiana, e certe volte anche dai cattivi clienti!

Siate curiosi! La curiosità vi permetterà di vedere il mondo in modo differente.

Siate unici e speciali!

Curate la vostra immagine oltre alle vostre foto!

Credere che si possa ottenere successo grazie al digitale,alla macchina fotografica più figa e alla pesante post-produzione senza lo studio della luce, senza lo studio della composizione, senza cultura…sarà l’errore peggiore della vostra vita!


MAURONSTER_WEP-16

MAURONSTER_WEP-15

celebra
13 Maggio 2015
BlogRubric

Confartigianato Vicenza e Celebra per un Workshop dedicato ai fotografi professionisti.

580221_278019755648373_1637975375_n (1)

Il gruppo dei fotografi di Confartigianato Vicenza è da anni operativo nel territorio Vicentino al fine di rappresentare gli operatori professionali del settore fotografico e video, nelle loro molteplici specializzazioni e sfaccettature. Fra gli obiettivi principali vi è quello di mettere in contatto i diversi operatori del comparto al fine di ottenerne un proficuo interscambio per una continua crescita professionale; tale crescita è continuamente stimolata con la promozione di incontri informativi/formativi, specifici corsi di formazione, con la promozione della partecipazione ad importanti eventi e con lo stimolo ad una qualificazione che abbia dei precisi parametri di riferimento.

Celebra Academy  è lieta di presenziare il 18 Maggio 2015  (presso il  Centro Congressi Confartigianato Vicenza – dalle 9.30 alle 17.30) ad un evento organizzato in collaborazione con  Click to Click durante il quale viene offerta a tutti i partecipanti la possibilità di confrontarsi con Marco Zammarchi, imprenditore esperto di tecnologia, marketing e fotografia, nostro docente alla Celebra Academy.

Una giornata dedicata alle competenze aziendali necessarie per mettere a punto strategie di marketing e vendita che possano massimizzare oggi la domanda proveniente dal mercato, ovvero i matrimoni. Il tutto conservando un occhio attento non solo ai ricavi, ma anche alla diminuzione dei costi strutturali e delle tecniche di up-selling e cross-selling.

La giornata di incontro, aperta a soli fotografi professionisti, è la versione ridotta del workshop presente alla Celebra Academy pensato per chi vuole conoscere come calcolare un costo industriale ed un margine utile per un proprio servizio, aumentare il proprio business, rendere più eterogenea l’offerta di servizi e prodotti e analizzare il proprio flusso di lavoro come si confà ad un sistema industriale.

ATTENZIONE:

La partecipazione al workshop è gratuita ma a numero chiuso con posti limitati e registrazione obbligatoria.

Click to Click è riservato a fotografi professionisti.

Puoi registrarti qui: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-raddoppia-il-numero-dei-tuoi-matrimoni-click-to-marco-zammarchi-in-collaborazione-con-celebra-16594816543

celebra
8 Maggio 2015
BlogProduct

Il Fascino del Legno, il Valore dei Ricordi: nasce Tilia

01 (2)

Quando l’artigianalità incontra l’innovazione tecnica della stampa, nasce Tilia, il pannello ideale per conservare i ricordi in maniera indelebile.

I nostri prodotti e l’area Ricerca e Sviluppo dell’azienda cercano di interpretare sempre più la definizione di living (ad esempio il leggio della linea living) e la ridefinizione di quella che è la presenza delle fotografie come elemento di arredamento della casa o dello spazio di lavoro.

Tilia nasce dalla volontà di creare qualcosa in grado di valorizzare e conservare allo stesso tempo le fotografie più importanti della vita.

Con questo intento Celebra – Extracolor hanno il piacere di presentarvi TILIA, l’esclusivo prodotto fotografico stampato direttamente su legno con tecnologia a getto d’inchiostro ad alte prestazioni, realizzato interamente in Italia.

La fotografia del vostro matrimonio, e dei ricordi della vostra vita aumentano di valore. Valgono di più con il passare degli anni fino a che non diventano inestimabili. 

E la stessa cosa vale per chi vive il ricordo nel tempo. Per questo motivo abbiamo pensato di creare un’opera unica e solida al fine di custodire un momento di vita vissuta, inenarrabile se non attraverso l’emozione.

Tilia regala un carattere unico alle fotografie ed ai ricordi, al contempo strizza l’occhio al design, al gusto di arredamento nordico, naturale e shabby chic, non tralasciando la qualità del prodotto made in italy.

Semplicità e innovazione

Grazie all’innovativa tecnica di stampa in alta qualità direttamente su supporto di legno puoi vivere in un modo nuovo le tue foto ed i tuoi ricordi.

Personalizzato per natura

Un prodotto davvero unico: le caratteristiche venature del legno e i suoi colori caldi rendono ogni Tilia sempre diverso. Proporre un Tilia significa proporre un pezzo unico, una vera e propria opera d’arte.

Estetico, di design, colorato, adattabile allo stile ed al carattere di ogni tipologia di casa.

post link-04

post link-05

Il pannello Tilia è disponibile in 3 formati, con due diverse cornici. Il calore del legno di tiglio e le sue venature prendono vita con la personalità delle tue foto. La tipologia di stampa diretta su legno permette una venatura unica e l’assenza totale di nodi. Questo regala a Tilia un sapore vintage, valorizzato dalla cornice in legno di tiglio (in cui è possibile scegliere tra due misure di cornice: 5 cm e 8 cm).

Schermata 2015-05-06 alle 12.19.55

Abbiamo pensato di farti conoscere Tilia e di fartelo provare riservando per te uno sconto fino al 31 maggio 2015 sull’acquisto di uno o più pannelli. Oltre che arredare il tuo spazio di lavoro con le tue fotografie migliori, Tilia è da toccare oltre che vedere!

Una volta stampati i pannelli ricorda di condividere il tuo lavoro con noi su Facebook, saremo felici di condividerlo sui nostri network.

post link-02

celebra
6 Maggio 2015
BlogMilestoneSenza categoria

Se tenete a una foto, stampatela!

E’ di pochi giorni fa l’allarme lanciato da Vint Cerf : “Dietro di noi un deserto digitale, un altro Medioevo. Se tenete a una foto, stampatela”. Che pone l’accento sul pericolo di un nuovo Medioevo, un’epoca di cui conosciamo molto poco a causa della scarsità di documenti scritti.

Il motivo?

La questione, ha spiegato Cerf nel corso del meeting annuale della American Association for the Advancement of Science, è presto detta: via via che i sistemi operativi e i software vengono aggiornati, i documenti e le immagini salvate con le vecchie tecnologie diventano sempre più inaccessibili.

Questa è solo una delle ultime riflessioni nell’ambito della sfera digitale. Il lavoro del fotografo fa fronte ad evoluzioni digitali sempre maggiori. La realtà è che difendere il valore di un lavoro creativo è complesso.

Che non vuol dire impossibile.

La fotografia del vostro matrimonio aumenta di valore. Vale di più con il passare degli anni fino a che non diventa inestimabile. 

Questo è ciò che bisogna dire ai clienti. Deve essere chiaro e comprensibile che acquistando “un album” stanno acquistando qualcosa che diventerà più prezioso, più prezioso per loro con ogni anno che passa.

In merito all’argomento vogliamo condividere con voi un pensiero che ci ha letto Edoardo Morina durante uno dei workshop alla Celebra Academy: leggi qui.

 

e6c8f41321c83d1bcc87adbc2bf2c143

 

 

celebra
31 Marzo 2015
BlogRubric

Inside your Studio: Francesco Brunello

Conoscerete già la nostra rubrica #insideyourstudio. Lo scorso anno abbiamo girovagato tra gli studi più interessati in Italia e all’Estero per fare due chiacchiere con voi fotografi.

Condividere un punto di vista, dialogare in merito alle novità del mondo della fotografia e del mercato, pensare e ripensare insieme questo complicato e stimolante quotidiano che ogni imprenditore e fotografo vive al giorno d’oggi.

Confrontarci con voi è fondamentale. A pochi giorni dalla apertura della nuova Academy Celebra, nata proprio con questo obiettivo, riniziamo a bussare alle porte degli studi più interessanti. Se volete essere i prossimi non ci resta che scriverci  alla nostra pagina Facebook.

Oggi con noi, Francesco Brunello.

Buona lettura!

Inside Your Studio: Francesco Brunello

In che tipo di spazio si trova il tuo studio e cosa lo rende speciale?

Una parte del lavoro, la svolgo nel mio SOGGIORNO FOTOGRAFICO. Non è un semplice studio o un negozio, è un salotto appunto un SOGGIORNO.

Come spesso succede in una casa vissuta da persone che amano circondarsi di cose belle, insieme a me, il BENVENUTO ve le danno le fotografie appese e che spesso parlano di voi. Il mio SOGGIORNO è arredato ed è in linea come se fosse ubicato all’interno del posto in cui vivo. E’ una stanza sempre aperta a chi non vuole entrare in punta di piedi, ma si accomoda e si sente a casa. A chi vuole mettersi a proprio agio e a chi vuole conversare piacevolmente e senza formalità. E’ il posto per chi non vuole tanti fronzoli estetici e mentali…
Quando entrerai, non avrai la sensazione di esser “fuori posto” ma ti sentirai la persona giusta al posto giusto.
Non è solo una stanza, ma un nuovo modo di vivere il contatto tra le persone.
Il SOGGIORNO FOTOGRAFICO è un luogo magico, dove potrai sognare a voce alta e ad occhi aperti.

fb6

fb

Da quanto tempo sei lì?

Qui a Cornaredo, nel Soggiorno Fotografico sono solo da un anno, ho fatto questa scelta per diversi motivi…. la famiglia prima di tutto, poi lavorare nella mia zona. Amo fare i matrimoni in tutta Italia, ma poter servire le coppie del mio paese e dei paesi limitrofi mi fa sentire partecipe della mia comunità, la geolocalizzazione per me è ancora importantissima.

Cosa ti distingue dalla concorrenza?

Il modo di fare fotografia, il proprio stile ecco cosa mi differenzia, le mie coppie non mi scelgono per il modo di raccontare le loro storie, rivivono le loro emozioni attraverso le mie immagini….

Qual è il valore percepito più importante con cui coinvolgere gli sposi?
La passione, le attenzioni che do alle coppie e la cura che metto durante e dopo i servizi fino alla consegna dell’album, le mie coppie entrano da clienti ed escono da amici….

fb5

fb4

In questo momento di crisi come hai aiutato la tua azienda?

Io credo oramai che non la si possa più chiamare crisi…ormai questo è il nostro nuovo modo di vivere, dobbiamo cavalcare l’onda attenti ai continui cambiamenti, io lavoro sulla fotografia…su una fotografia “d’autore” ricercata, continuando a migliorarmi sempre per dare immagini sempre più di impatto, cariche di emozioni e nuovi punti di vista.

Utilizzi i social network? Cosa ne pensi?

Si sono un assiduo frequentatore dei social… presente su tutte le più importanti piattaforme, è il miglior modo di farsi pubblicità oggi perché è gratuita ed è sempre attiva, In questo momento sono un potenziale grandissimo per ampliare i propri contatti lavorativi e riceve richieste di matrimonio. Più dei 50% dei miei futuri clienti arriva a me tramite i social (Facebook prima di tutto), ma come tutte le cose hanno anche dei contro, bisogna sapersi usare bene per evitare che i nostri post arrivino alle persone interessate al nostro lavoro, curare la propria immagine lavorativa, inoltre questa attività costa tanto tempo e costanza.

fb3

fb2

Hai suggerimenti per aprire uno studio?

Non saprei , oggi è difficile ed impegnativo fare il fotografo, molte rinunce e tanti sacrifici, l’unica cosa che posso consigliarvi e di creare uno studio ed un metodo di lavoro che vi piace, che vi rappresenti, solo così la farete in modo sereno e con tanto entusiasmo e verrà percepito dai vostri futuri clienti che vi sceglieranno…

celebra
19 Febbraio 2015
Blog

Assisi… wedding in reportage

A cura dei master: Andrea Corsi, Mimmo Basile, Sergio Cancelliere

21|22|23 febbraio 2015

presso Country House “Le Case Coloniche” Deruta (PG)

prezzo-celebra
info-iscrizioni

PROGRAMMA
Sabato 21 febbraio 2015

Ore 14.00 Arrivo partecipanti presso la struttura Country House “Le Case Coloniche”.
Ore 15.00 Presentazione dei Master e dei loro lavori
Ore 16.00 Inizio lavori con Mimmo Basile: Fotografo e Filmmaker: la figura polivalente!
Ore 19.30 Fine lavori
Ore 20.30 Cena presso il ristorante della struttura
Ore 22.00 Tavola rotonda intorno al camino

 

sabato21-programma

PROGRAMMA
Domenica 22 febbraio 2015

Ore 9.30 Inizio Lavori
Gruppo A e B GRUPPO A – Andrea Corsi e Sergio CancelliereOre 9.30/13.00
Lezione in aula con Andrea Corsi

  • la nostra storia , il nostro rapporto con la fotografia;
  • la ricerca di uno stile fotografico;
  • indirizzare il proprio stile verso il target di clienti che ci siamo prefissati;
  • strategie pubblicitarie nell’epoca dei social, facebook strategy, siti internet;
  • associazionismo (anfm-fearless-ispwp-wpja-agwpja ecc);

GRUPPO B – Mimmo Basile – scarica il programmaOre 9.30/13.00
Shooting ad Assisi

Ore 13.00 Pausa lavori
Ore 13.15 Light Lunch presso il ristorante della struttura
Ore 14.30 Riprese Lavori
GRUPPO A – Sergio Cancelliere: shooting in esterni.Ore 14.30/17.30
Istinto e creatività nel reportage di matrimonio

  • Come comunicare con il cliente durante la fase di preparazione del matrimonio
  • Interpretare varie inquadrature in fase di scatto nel reportage
  • Come porsi durante gli scatti con la coppia
  • Uso di vari obbiettivi in fase di scatto
  • Varie strategie di mercato
  • Come migliorare l’immagine di un fotografo
  • Esempi e racconti di esperienze e progetti
  • Prove di shooting con una modella, confronto e condivisione dei risultati di esempi di flussi di lavoro e post-produzione.

GRUPPO A – Andrea Corsi: lezione in aulaOre 17.30/19.00
Cenni di post-produzione, attrezzatura usata ed il modo di proporsi.

GRUPPO B – Mimmo BasileOre 14.30/19.00
Lezione in aula

Ore 19.00 Presentazione della ditta CELEBRA e dei loro prodotti con Tommaso Nuti
Ore 20.00 Fine lavori
Ore 20.30 Cena a lume di candela presso il ristorante della struttura
Ore 22.00 Musica intorno al camino

 

domenica22-programma

PROGRAMMA
Lunedì 23 febbraio 2015

Ore 8.30 Foto di gruppo
Ore 9.30 Inizio lavori Gruppo A e B
GRUPPO B – Andrea Corsi e Sergio CancelliereOre 9.00/12.30
Lezione in aula con Andrea Corsi

  • la nostra storia , il nostro rapporto con la fotografia;
  • la ricerca di uno stile fotografico;
  • indirizzare il proprio stile verso il target di clienti che ci siamo prefissati;
  • strategie pubblicitarie nell’epoca dei social, facebook strategy, siti internet;
  • associazionismo (anfm-fearless-ispwp-wpja-agwpja ecc);

GRUPPO B – Mimmo Basile – scarica il programmaOre 9.00/12.30
Shooting ad Assisi

Ore 12.30 Pausa lavori
Ore 13.00 Light Lunch presso il ristorante della struttura
Ore 14.30 Riprese Lavori
GRUPPO B – Sergio Cancelliere: shooting in esterni.Ore 14.30/17.30
Istinto e creatività nel reportage di matrimonio

  • Come comunicare con il cliente durante la fase di preparazione del matrimonio
  • Interpretare varie inquadrature in fase di scatto nel reportage
  • Come porsi durante gli scatti con la coppia
  • Uso di vari obbiettivi in fase di scatto
  • Varie strategie di mercato
  • Come migliorare l’immagine di un fotografo
  • Esempi e racconti di esperienze e progetti
  • Prove di shooting con una modella, confronto e condivisione dei risultati di esempi di flussi di lavoro e post-produzione.

GRUPPO B – Andrea Corsi: lezione in aulaOre 17.30/19.00
Cenni di post-produzione, attrezzatura usata ed il modo di proporsi.

GRUPPO A – Mimmo BasileOre 14.30/19.00
Lezione in aula

Ore 19.00 Chiusura lavori e saluti

NB. il programma potrebbe subire delle variazioni.
info-iscrizioni
prezzo-celebra

celebra
20 Gennaio 2015
BlogProduct

Più Vero del Vero: novità del software Grace HD

Quando si ha a che fare con la tecnologia non si può mai essere contenti del risultato ottenuto. Questo è il motivo principale che ha spinto Celebra a creare Grace HD, un software di gestione ed impaginazione dell’ordine pensato e studiato per la soddisfazione del fotografo e per ottimizzare la sua esperienza di impaginazione.

Negli ultimi mesi abbiamo accolto le vostre idee, le vostre critiche, i vostri consigli e tutti i commenti di chi, ogni giorno, lavora sul campo. Il risultato è una miglioria all’High Definition che vi presentiamo oggi!

Schermata 2014-11-26 alle 17.40.15

Con il Software Grace Hd impagini ad alta risoluzione.

Il caricamento dell’HR può avvenire in due modi.

  • Con la configurazione standard: premendo il tasto F4 della tastiera viene abilitata l’alta risoluzione solo della pagina che si sta visualizzando e sulla quale si intende lavorare.
  • Configurando nel menù Setup/Preferenze Software/Canvas “Abilita Alta Risoluzione”, tutte le pagine vengono aperte sempre in HR (anche sfogliandole).

Una considerazione di utilizzo: è consigliabile abilitare questa seconda opzione solo su Computer particolarmente performanti (oggi ci sono professionisti attrezzati come si deve e per loro potrebbe essere un vantaggio lavorare in questa modalità), diversamente è preferibile caricare le singole pagine in HR di volta in volta per ottenere lo stesso risultato senza pregiudicare la rapidità di interazione con il software.

La risoluzione che viene utilizzata è limitata a  3000×3000 pixel

N.B. il caricamento dell’HR per ogni pagina elaborata, richiede un tempo variabile in relazione al numero dei file che la compongono e alle prestazioni del computer.

E ora non vi resta che provare la nuova funzione!

celebra
28 Novembre 2014
BlogProduct

Alla scoperta del Living

La casa di Bruno Mathsson (1907-1988), designer e architetto svedese, è immersa nella natura in perfetto stile scandinavo. Il soggiorno ha finestre a tutta altezza per godere della vista sul fiordo e per catturare quanta più luce naturale possibile. Minimale ma super accogliente, è arredato con mobili originali come la famosa chaise-longue Pernilla (a sinistra e di spalle) disegnata proprio da Mathsson nel 1934.

01MODERNMATTHSON_MGbig

Il soggiorno con gli arredi di Mies van der Rohe, le Barcelona chair e il daybed disegnato per questa casa, tutto Knoll International. Dietro la lampada, su una struttura di metallo (non visibile nella foto), c’è un quadro del XVII secolo, ‘The Burial of Phocion’, attribuito a Nicolas Poussin. Vi è raffigurato un paesaggio classico, che sembra la continuazione di quello intorno alla Glass House. Il quadro fu scelto espressamente per questa casa da Alfred H. Barr Jr., il primo direttore del MoMA. Nota curiosa: su una delle poltrone è ancora visibile la bruciatura ‘d’epoca’ di una sigaretta.

Di cosa stiamo parlando? Del Living, naturalmente,  altresi definito e tradotto come: Tinello, stanza di soggiorno; anche, il relativo mobilio.

Eppure oggi, lo ritroviamo sempre più spesso nella sua accezione di “stanza di soggiorno” e non solo, perchè oggi, le nostre case si fanno sempre più piccolo e i nostri spazi devono essere studiati al meglio. Ikea, in questo, è grande maestra di soluzioni intelligenti e soprattutto FLESSIBILI.

   

 

Qualità e ricercatezza dei materiali, degli accostamenti e degli abbinamenti, caratterizzano oggi ogni oggetto che abbiamo in casa. Ogni pezzo è realizzato in ogni sua componente da materiali di primissima qualità. La lavorazione è accurata. I legni e i metalli sono scelti e lavorati per assicurare estetica, prestazioni meccaniche, stabilità, sostegno, flessibilità, e resistenza. Il vetro temperato, laddove presente,  è pensato per dare la massima sicurezza.

I prodotti che abbiamo in casa sono proprio questo: sintesi di un’esigenza quotidiana e metropolitana (ma non solo) – vivere la casa e vivere i propri oggetti.

Per questo motivo, tra le tante iniziative di Celebra Album Libro c’è l’apertura allo studio ed alla realizzazione di nuovi prodotti pensati per la casa e l’album libro. 

Gli accessori Living rappresentano con discrezione e neutralità formale, leggerezza e dinamicità  un design calibrato, essenziale, che unisce limpidezza di linee e di forme, con ergonomicità e confort.

Il primo prodotto che vogliamo presentarvi è il LEGGIO. Una proposta interessante per i nostri clienti che sempre più spesso ci dicono che non stampano l’Album Libro perchè “tanto va nell’armadio”. Proviamo a dar loro una nuova prospettiva di ricordare con qualità la giornata più importante della loro vita (o, un momento da ricordare).

Il Leggio Celebra Album Libro è realizzato con una  struttura in plexiglass.

Dimensioni: mm 8 misura 255×315 mm con asola asimmetrica larga 20 mm

Disponibile nelle varianti:
BIANCO
TRASPARENTE
NERO

Senza-titolo-1

Ordinabile fin da subito su: http://www.celebra.it/album/living/

 

post-facebook

celebra
25 Novembre 2014
BlogRubric

Inside your Studio: Stefano Colonna

Tra le tante novità di Celebra ci sono anche le numerose rubriche che vi faremo scoprire un po’ alla volta. Quella che amiamo di più per il momento è proprio questa: inside your studio.

Perchè?

Perché ci permette di dialogare con i nostri clienti più rappresentativi, con quelle realtà aziendali che hanno saputo creare un luogo “magico” in cui veicolare la loro professionalità.

La bella opportunità che cogliamo con questa rubrica è di dare voce ad un mondo in evoluzione, in cambiamento. Per passare attraverso questa tempesta culturale, economica e mondiale dobbiamo unirci, unire le peculiarità e camminare insieme attraverso il cambiamento!

Oggi, ad inside your studio, abbiamo con noi Stefano Colonna.

Buona lettura!

489-0

In che tipo di spazio si trova il tuo studio e cosa lo rende speciale?

Il mio studio si trova al piano terra della mia abitazione, in Sulmona (AQ) Via Torta.

E’ composto da una sala posa, una esposizione di lavori di matrimonio con gli album realizzati, dalla sala trucco e dai servizi. Di per se è speciale proprio perchè si trova nella mia abitazione.

In effetti la mia vita e il mio lavoro hanno in comune la passione per la fotografia. Quando i clienti vengono nel mio studio cerco di rendere l’ambiente più confortevole possibile, dalle luci, alla musica, ai profumi, al caffè…. 

1901431_741703365878292_953324091913623871_n

_DSC6072

Da quanto tempo sei lì?

Sono presente con il mio studio da gennaio 2010.

Cosa ti distingue dalla concorrenza?

Sicuramente il mio stile, la cura nei dettagli e nel lavoro, la qualità e sopratutto penso la mia persona. Non  voglio essere considerato “solo” un fotografo, ma ci tengo ad essere una persona confidente con gli sposi, non invadente, con la quale lasciarsi andare in modo da essere totalmente liberi di muoversi senza vincoli ne canoni, con un vero scambio di emozioni ed empatia. Per questo cerco sempre di stabilire un rapporto sincero e di empatia vera con i miei sposi, fatto di emozioni reali.

_DSC3311-Edit10372514_760893477292614_1756072079444494176_n

Qual è il valore percepito più importante con cui coinvolgere gli sposi?

Esperienza, professionalità ed empatia sono solo alla base del rapporto che cerco di instaurare. Penso che raccontare le emozioni del matrimonio sia un privilegio davvero speciale e per questo cerco di farlo in modo sincero e semplice. Cerco di dare una visione completa del lavoro che svolgo ed il modo in cui lo porto avanti. Fondamentale far percepire che sarò il loro Personal Photographer che curerò tutto in prima persona.

In questo momento di crisi come hai aiutato la tua azienda?

Mantenendo la qualità e la professionalità a livelli alti, e stringendo accordi con partner importanti, aggiornandosi spesso e facendo ricerca personale e sopratutto facendo percepire agli sposi il valore del lavoro che svolgo.

Utilizzi i social network? Cosa ne pensi?

Si utilizzo i social network essenzialmente per promozione e per fornire alle coppie un servizio in più. Penso che in ogni caso possano essere parte in causa dell’evoluzione che si sta avendo nel campo della fotografia e della videografia.

Hai suggerimenti per aprire uno studio?

Suggerimenti particolari no, bisogna programmare tutto con parsimonia e massima organizzazione.

celebra
28 Ottobre 2014
BlogRubric

Inside your Studio: Andrea Cofano

Tra le tante novità di Celebra ci sono anche le numerose rubriche che vi faremo scoprire un po’ alla volta. Quella che amiamo di più per il momento è proprio questa: inside your studio.

Perchè?

Perché ci permette di dialogare con i nostri clienti più rappresentativi, con quelle realtà aziendali che hanno saputo creare un luogo “magico” in cui veicolare la loro professionalità.

La bella opportunità che cogliamo con questa rubrica è di dare voce ad un mondo in evoluzione, in cambiamento. Per passare attraverso questa tempesta culturale, economica e mondiale dobbiamo unirci, unire le peculiarità e camminare insieme attraverso il cambiamento!

Oggi, ad inside your studio, abbiamo con noi Andrea Cofano.

Buona lettura!

In che tipo di spazio si trova il tuo studio e cosa lo rende speciale?

Il mio studio si trova nella zona centrale di Roma, in un quartiere ben collegato dalla metropolitana. Questa scelta è stata fatta prevalentemente per agevolare le coppie che vogliono avere dei colloqui e conoscere i miei lavori.

L’arredo interno è fatto con materiale di recupero, trattato e riadattato per le esigenze. Non è un vero studio fotografico con sala di posa, ombrelli e flash; il mio scopo è ascoltare i futuri sposi e capire la loro storia.

 

studio

_DSC6762

 

Da quanto tempo sei lì?

Non da molto, da circa 3 anni. Prima stavo in una zona periferica e poco collegata dai mezzi pubblici.

Cosa ti distingue dalla concorrenza?

Bella domanda!!! Credo che le differenze siano legate al tipo di comunicazione da intraprendere, all’idea del cliente, bisogna disegnarlo nella mente, tracciarne i volti.

Purtroppo in questo periodo storico bisogna avere sangue freddo e capire che svendersi significa morire, ma neanche sentirsi troppo “artisti”. Il segreto è l’equilibrio tra la domanda e l’offerta. Poi la qualità, far capire che l’album è fatto da artigiani e che le foto non sono solo un “click” ma molto altro.

 

_DSC6748

_DSC6015

 

Qual è il valore percepito più importante con cui coinvolgere gli sposi?

Come dicevo prima, alle coppie cerco di far capire l’importanza del servizio fotografico, che il mio modo di scattare è di tipo “documentaristico”, che la posa è nei margini della mia idea di foto; per me è importante la storia, il servizio dovrà raccontare di “loro”, della gioia, dell’ansia prima di entrare in chiesa, della sorpresa di quando si accoglie la sposa.

In questo momento di crisi come hai aiutato la tua azienda?

Non rimanendo fermo assolutamente! Tre sono le cose che credo fortemente:

Il sogno e la conseguente determinazione.

La qualità del servizio.

Le associazioni fotografiche tipo Fearless, WPJA e ANFM: il confronto tra professionisti aiuta a crescere e crea selezione.

 

 

_DSC6066

_DSC5804

Utilizzi i social network? Cosa ne pensi?

Si assolutamente! È il centro della comunicazione, ora è più importante Facebook che lo studio fotografico.

Tutto naviga in rete, notizie, sport, e-commerce. Io ho un sito www.andreacofano.com che cerco di mantenere sempre attivo, poi uso molto i social con i quali condivido con le coppie i lavori, i post e tutto ciò che riguarda la mia attività.

Si, sono convinto che il futuro sia proprio nelle mani di chi naviga… in tutti i sensi!

Hai suggerimenti per aprire uno studio?

No non ho suggerimenti. Non perché non ne voglia dare, ma credo che prima viene il proprio stile, la propria linea editoriale, poi viene tutto il resto e di conseguenza lo studio fotografico.

celebra
28 Ottobre 2014
BlogRubric

Positività vs Negatività – dal blog di Jerry Ghionis

Esistono alcuni fotografi di matrimonio, famosi a livello mondiale, a cui ci affidiamo per l’ispirazione, non solo in fotografia, ma anche per quanto riguarda il business ed il life style. Tra questi spicca Jerry Ghionis, considerato come uno dei cinque migliori fotografi di matrimonio nel mondo con sede a Beverly Hills, California e Melbourne, viaggia spesso con incarichi internazionali di fotografia e workshop.

Con il fascino di un designer di moda e l’ingenuità di un architetto, il suo stile può essere paragonato a un glamour d’epoca che incontra la moda contemporanea. Rinomato per la sua creatività, ha la capacità di catturare la magia naturale il giorno del matrimonio, ma crea la magia di suo. Il suo amore e l’empatia per le persone crea una potente narrazione visiva. Con la capacità innata di rendere tutti fotogenici davanti alla sua macchina fotografica, le immagini di Jerry sono spesso semplici ma formate da una miscela complessa di anima, dramma, fantasia e abilità tecnica. Sia che stia girando una sessione di glamour, ritratto, life style o boudoir bellezza, Jerry ha la capacità di tirare fuori il meglio in ogni situazione.

3

2

1

Quello che vi proponiamo di seguito è un estratto dal  blog di Jerry Ghionis del 21 Marzo (qui potrete leggerlo in lingua originale).

Schermata 2014-08-28 alle 15.52.38

Come preludio al seguente post, la seguente affermazione non riguarda me personalmente, ma un’osservazione a cui ho assistito nel corso degli anni …

Non so voi, ma io spesso subisco scoraggiato tutte le negatività nel nostro settore. Vedo troppa gente non riconoscere la bravura alle persone di successo o meritevoli di ciò che hanno costruito.

Forse aiuta a giustificare le proprie insicurezze o carenze. Perché non imparare da queste persone? Non devi adorarli. Basta capire che cosa hanno fatto per raggiungere il loro livello di successo in qualsiasi forma esso si presenti. Non sappiamo ciò che le persone hanno attraversato per raggiungere il loro successo e quali avversità o sacrifici hanno dovuto superare.

Vi consiglio di non equiparare popolarità a successo. Piuttosto che essere il “must” del mese, meglio pianificare la longevità.  Dico sempre che si dovrebbe essere gentili con le persone che incontriamo durante la salita perchè potremmo incontrarle durante la discesa. Anzichè spendere le vostre energie per le paure, insicurezze e negatività, è meglio che vi concentriate sui vostri sogni e perseguiate quella che è la vostra versione di successo. Tutto quello che vi potranno chiedere è semplicemente essere il meglio che potrete essere. Il vero successo si riconosce. Il vero successo è sapere chi sei e circondarti di persone positive che ti amano esattamente per ciò che sei.

Si può essere negativi e possenti dietro la tastiera o si può contribuire al successo di qualcun altro grazie a poche semplici parole positive. Prova a vedere il buono nelle persone, piuttosto che tendere al pensare allo “ombre” che ci sono dietro ciascuno di noi. Tutti commettiamo errori, ma tutti abbiamo qualcosa da offrire.

La negativià è estenuante. La positività è un regalo che tutti possono dare e beneficiare. Se non vi si addice, il silenzio può essere d’oro. Voi, la vostra creatività ed il vostro business potranno prosperare se incanalerete tutta l’energia in ciò che desiderate dalla vita. La domanda è, cosa volete?La scelta è vostra….

celebra
3 Settembre 2014
BlogRubric

Inside your Studio: Riccardo Cigno

Tra le tante novità di Celebra ci sono anche le numerose rubriche che vi faremo scoprire un po’ alla volta. Quella che amiamo di più per il momento è proprio questa: inside your studio.

Perchè?

Perché ci permette di dialogare con i nostri clienti più rappresentativi, con quelle realtà aziendali che hanno saputo creare un luogo “magico” in cui veicolare la loro professionalità.

La bella opportunità che cogliamo con questa rubrica è di dare voce ad un mondo in evoluzione, in cambiamento. Per passare attraverso questa tempesta culturale, economica e mondiale dobbiamo unirci, unire le peculiarità e camminare insieme attraverso il cambiamento!

Oggi, ad inside your studio, abbiamo con noi Riccardo Cigno.

Buona lettura!

             inside your Studio

In che tipo di spazio si trova il tuo studio e cosa lo rende speciale?

Lo studio ha sede in Sulmona (L’Aquila), città celebre in tutto il mondo per i famosissimi confetti. Mi occupo quasi esclusivamente di matrimoni, ricevendo i clienti nel mio ufficio sito in una moderna struttura a pochi passi dal centro della città. Cosa lo rende speciale? Probabilmente il fatto che l’attività sia incentrata principalmente sul ramo wedding. La coppia apprezza molto questo mio approccio ed il riscontro è stato positivo sin dall’inizio, portandomi in breve tempo a fotografare matrimoni anche in altre regioni.

Da quanto tempo sei lì?

Sono fotografo professionista da 4 anni. Da due anni circa ho avviato il mio shoowroom personale.

riccardo-cigno-celebra-004

riccardo-cigno-celebra-005

Cosa ti distingue dalla concorrenza?

Storicamente, nel nostro paese, quella del fotografo di matrimonio è stata purtroppo una figura spesso collocata nei ranghi meno nobili della fotografia. Il fatto di essere una professione svolta generalmente da “commercianti” alle volte credo abbia inciso negativamente sull’immagine della categoria, in quanto il valore artistico del mestiere è stato in molti casi denigrato e messo da parte, a favore invece di spietate politiche di vendita. Ho sempre rifiutato tutto ciò, desideroso invece di imporre una mia personale visione che coinvolgesse emotivamente lo spettatore prima di tutto. Sono sicuro che questo abbia differenziato il mio lavoro, permettendomi di guadagnare nel tempo la fiducia di una clientela esigente e sempre attenta al dettaglio che mi stimola costantemente a migliorare.

Qual è il valore percepito più importante con cui coinvolgere gli sposi?

Conquistare gli sposi con immagini innovative ed accattivanti, ma che allo stesso tempo racchiudono una forte carica sentimentale, è uno dei mezzi più efficaci e di sicuro impatto per raggiungere il successo. Non vanno tralasciati però aspetti importantissimi come passione, chiarezza nei rapporti con il cliente e scelta dei migliori fornitori presenti sul mercato, in grado di contribuire con i loro prodotti ad accrescere il valore delle nostre realizzazioni.

L’album di matrimonio accompagnerà gli sposi per tutta la vita ed abbiamo l’obbligo morale di dare sempre il meglio per la loro soddisfazione.

 wedding-2

riccardo-cigno-celebra-001

wedding-1

In questo momento di crisi come hai aiutato la tua azienda?

Puntando esclusivamente sulla qualità. La continua ricerca artistica al servizio del cliente e le referenze ottenute in ambito internazionale (AGWPJA, Wedding Photography Select) hanno dato uno slancio ulteriore al mio lavoro.

Utilizzi i social network? Cosa ne pensi?

Senz’altro. Sono da tempo presente su Facebook e Twitter dove gli utenti possono interagire e consultare quotidianamente immagini e news riguardanti la mia attività. Penso che i social network siano un’ottima vetrina per chi opera nel campo delle arti visive, a patto che vengano utilizzati con criterio e costanza, integrando contenuti capaci di coinvolgere il pubblico.

Hai suggerimenti per aprire uno studio?

Credo che per fare strada come fotografo di matrimonio sia importante innanzitutto sviluppare una visione personale dell’evento, seguendo il proprio istinto e non lasciandosi influenzare dalle mode del momento. Passione e professionalità poi, è inutile dirlo, sono alla base di questo mestiere e non devono mai venire a mancare.

celebra
26 Agosto 2014
BlogProduct

Celebra Academy: New Born e Foto di Famiglia con Giselda Biagini

All’interno della Celebra Academy presenteremo diverse attività con lo scopo di dare continui input e strumenti ai nostri clienti al fine di affrontare al meglio questo difficile periodo di crisi.

Parleremo di cambiamento, nell’ottica di sviluppo, nuove opportunità, nuovi orizzonti. E lo faremo attraverso tanti strumenti, primo fra tutti i workshop con i nostri ambassador.

Il 15 settembre è il turno di Giselda Biagini, fotografa newborn tra le più rinomate in Italia, che abbiamo il piacere e l’onore di accogliere in Academy:

Il cambiamento è avere coraggio di non scendere troppo a compromessi, portare avanti il proprio stile e visione fotografica

Non ho mai voluto fare la foto che “mi chiedevano” ma preferivo fare la “foto che avevo in mente” e cercare di crescere su uno stile che fosse semplice ed emozionale.

La mia attività nasce in tempo di crisi, quindi per me è difficile fare dei paragoni, penso che mi aiutino i temi che tratto e forse come li tratto, il genere “newborn” è sicuramente un genere nuovo, ma per me la differenza nasce da come si affronta fotograficamente questo genere.
So che quello che sto per dire può risultare antipatico ma non basta fotografare un bambino neonato per diventare “fotografo di neonati”.

Ci sono moltissimi fotografi di bambini, quindi bisogna costantemente lavorare per differenziarsi e migliorare la propria offerta, io ho sempre visto la fotografia come mezzo più artistico che commerciale, spero che questa sia la differenza tra me ed altri colleghi.

Mi sono diplomata all’Accademia di belle arti di Carrara indirizzo Arti Multimediali, li ho iniziato ad appassionarmi alla fotografia, inizialmente mi interessavo di fotografia concettuale e ritratto, sul genere ho affrontato uno stage presso Fabrica (centro ricerca pubblicitaria, gruppo Benetton) nel dipartimento di fotografia.

In quegli anni ho capito che fare della fotografia il mio lavoro sarebbe stata la mia aspirazione e con tenacia sono andata avanti finché per fortuna è stato così.

Sono una mamma e una fotografa, queste due cose per me sono inscindibili, penso che non potrei affrontare i temi che tratto senza aver vissuto certe esperienze sulla mia pelle, questa è stata la molla che mi ha permesso di esplorare le tematiche che tratto nel mio lavoro ogni giorno.

Vedo la fotografia come mezzo più artistico che commerciale, e credo sia questo che mi permette di relazionarmi al mio lavoro in maniera innovativa, quotidianamente.

 

 

Chi è Giselda Biagini e cosa si affronterà al suo workshop

Mi chiamo Giselda Biagini, sono di Carrara, da piccola volevo fare la veterinaria o la ballerina, i classici sogni da bambina. Sono cresciuta con un padre pieno di stimoli artistici e questo ha influenzato molto i miei sogni nel cassetto e i miei studi, la fotografia si è imposta da sola mentre mi appassionavo di grafica e di blog, sebbene frequentassi l’accademia di belle arti, il corso di fotografia non era una delle mie materie preferite. Dopo poco ho iniziato a d usare la fotografia come mezzo di espressione per altri progetti di studio e ci ho preso la mano, quando ho capito che non potevo più farne a meno, che stavo bene solo dopo aver scattato ed elaborato una foto, ho capito che era ufficialmente il mio sogno nel cassetto. Diventare mamma poi mi ha portato ad approfondire il mondo “baby” e il mio genere preferito il “newborn”.

Fortunatamente il genere che tratto (family, maternity, newborn) non sente crisi, probabilmente perché in Italia si sta formando ora e le persone sono molto incuriosite.

Credo fortemente che ormai la fotografia stia andando verso un genere molto emozionale e spontaneo, così come l’avvento del reportage nel matrimonio, anche il resto della fotografia sta subendo cambiamenti importanti, i clienti stessi stanno inziando a riconoscere queste evoluzioni.

Il mio corso approfondirà la figura del “fotografo di famiglia” e del genere Maternity, newborn, baby e family, scattare a luce naturale, come allestire lo studio e come approcciarsi alle varie fasi d’età dei baby modelli.

Iscriviti qui!

____________________________________________________________________________________

– Il workshop si svolge presso Extracolor srl, Via Aldrovandi, 7 – 47122 Forlì negli orari indicati e tempi indicati.
– Ad ogni workshop i partecipanti riceveranno materiali informativi cartacei o multimediali e un’attestato di partecipazione che darà diritto ad alcune promozioni o offerte esclusive proposte da Extracolor e Celebra durante l’anno.
– I workshop sono a numero chiuso con un minimo di 10 persone, nel caso non venisse raggiunto il numero per l’attivazione del workshop è previsto il rimborso dell’intero importo.

celebra
25 Agosto 2014
BlogRubric

Wedding dal mondo: Csaba Vigh da Budapest

Ve lo avevamo promesso, con la nascita del nostro blog ci saremmo dedicati a punti di vista diversi e lontani ed avremmo creato una rubrica di wedding dal mondo!

Abbiamo infatti deciso di fare della chiacchierate con grandi fotografi del wedding in giro per il mondo. Abbiamo chiesto loro cosa succede dalla loro porzione di mondo, cosa raccontano, quali sono i consigli da dare ai fotografi italiani, cosa pensano dei social e molto altro ancora.

Vi anticipiamo già che la cosa che ci sta colpendo di più, è la passione che muove, da sempre, l’occhio del fotografo…

Oggi siamo con Csaba Vigh (artsillustratedstudios.profb) da Budapest!

 

ArtsIllustratedStudios-pro_BackstageBestOf_0027

ArtsIllustratedStudios-pro_BackstageBestOf_0048

Come hai creato il tuo marchio internazionale, cosa è cambiato dal tuo inizio ad oggi, che ti ha permesso di diventare chi sei ?

Il mio studio si trova nel cuore della bella Budapest in Ungheria. Si tratta di un grande loft, con un piccola parte vivibile e un’area ufficio ancora più piccolo, ma un immenso studio che occupa gran parte dello spazio. E ‘la nostra casa, il nostro posto di lavoro, la nostra vita. Posso dire che si tratta di un laboratorio tipico da artista, riempito con le nostre opere e due gatti. Mi piace l’atmosfera del vecchio edificio, il balcone e il trambusto della città. E ‘di grande ispirazione e mi motiva.

Da quanto tempo lavori qui?

Beh, questo è un bel racconto. Sono nato a San Pietroburgo, educato in Ungheria poi studiato i segreti commerciali negli Stati Uniti. In Argentina ho aperto uno studio fotografico e di grafica professionale dove ho lavorato per sette anni fotografando sport, ritratti e wedding destination.

10 anni fa sono tornato in Ungheria e ho aperto TheWeddingPhotographer.pro. Nel nostro studio facciamo ogni tipo di fotografia che si possa immaginare: fotografia di ritratto, prodotti, coppie, bambini, new born e anche Fashion e cataloghi o spot, ma il nostro core business è ancora l’internazionale e la Wedding Dstination. Anche mia moglie lavora con me, è diventata una fotografa professionista anche lei. Abbiamo un team per il wedding e cineasti di matrimonio internazionali, che condividono la nostra stessa visione.

ArtsIllustratedStudios-pro_BackstageBestOf_0001

TheWeddingPhotographer-pro_Portfolio2014_08

TheWeddingPhotographer-pro_Portfolio2014_17

Cosa ti rende diverso dagli altri fotografi?

Credo che ogni fotografo, non importa quale sia il loro focus di lavoro, vuole catturare quei momenti unici nella vita che non vuole dimenticare. Catturarli in un modo unico che un occhio stanco non può vedere mentre accade, ma ti fa sentire il potere dell’immagine che nasce. Questo è il principio della fotografia secondo me. Come un fotografo di matrimoni questo è ancora più speciale, più reale. Anche se sto lavorando per documentare il giorno speciale, il mio obiettivo in realtà è quello di immortalare il loro amore. Quei piccoli sguardi, sorrisi, felicità. Penso che questo è ciò che può rendere eccezionale un lavoro. Credo che la nostra diversità stia principalmente nel mio passato in fotografia. Mescoliamo il fotogiornalismo con un po ‘di  tocco glamour e l’occhio di un fotografo ritrattista e lo facciamo in modo naturale, spontaneo. Noi in realtà non facciamo molta posa con la coppia, ma diamo loro alcune istruzioni su come muoversi, cosa fare e poi li lasciamo liberi per la loro strada a godersi il momento.

Come ti relazioni con i futuri sposi?

Ho la mia piccola ricetta ovviamente, miscelata dopo tanti matrimoni e funziona piuttosto bene. Ma ho anche imparato che non si può lavorare in metodi rigidi quando si ha a che fare con le persone. Cambiano ogni minuto. Ma è anche il bello del lavoro, interagire con persone vispe e innamorate. Quello che posso fare è dare loro tutta la mia attenzione, in qualche modo cercare di pensare con le loro teste, sentire i loro sentimenti e vedere ogni occasione per regalare loro un ricordo speciale del loro matrimonio.

Cosa pensi di questo momento di crisi?

E’ un momento difficile. Non solo per i fotografi, ma per tutti. L’unica soluzione è lavorar duro, pensare in grande ed essere creativi. L’atteggiamento positivo può portarti ovunque.

ArtsIllustratedStudios-pro_BackstageBestOf_0009

TheWeddingPhotographer-pro_Portfolio2014_26

Usi i social network per proporre la tua struttura?

I Social media oggigiorno sono inevitabili. Io personalmente penso che siano uno strumento fantastico. E ‘un modo semplice per mostrare il  lavoro al mondo, specialmente in fotografia. È possibile creare connessioni dirette con altri utenti, e anche ottenere risposte veloci.  Non posso immaginare un’azienda di successo senza una vita sui social network.

La Fotografia professionale è una scelta di carriera eccellente per chiunque voglia essere pagato per il proprio talento creativo. E ‘uno dei pochi settori in cui l’età e le lauree non sono così importanti come un buon occhio, un prodotto di qualità, e auto-disciplina. La fotografia è un settore competitivo però:  quindi preparatevi a iniziare in piccolo, mentre perfezionate il vostro mestiere e costruite un portfolio di vostro lavoro impeccabile. Dacci qualche consiglio per iniziare questo business.

Talento, motivazione, disciplina e grande credo nel lavoro. Nessuno può esistere senza l’altro. Sono sicuro che si possa imparare tutto su come far girare un business, sui numeri e sulle leggi. Non che non sia importante. Ma non andrai da nessuna parte senza lavoro duro, creatività ed un buon team.

TheWeddingPhotographer-pro_Portfolio2014_28

 

 

 

 

celebra
5 Agosto 2014